Burberry: titolo messo KO da bilancio, -7%. Il lusso perde quota in Asia

18 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Notizie poco rassicuranti dal fronte del lusso. Il colosso britannico Burberry ha reso noto di aver assistito nel semestre terminato lo scorso 30 settembre a un calo del fatturato del 4%, a causa della debolezza delle vendite all’ingrosso, che ha più che compensato l’aumento del fatturato delle vendite retail.

Includendo le oscillazioni dovute ai tassi di cambio, il fatturato si è attestato a 1,16 miliardi di sterline, in rialzo del 5% su base annua, con Burberry che ha beneficiato del calo della sterlina.

Il dato è stato in linea con le attese. Burberry ha parlato di “una performance migliore e significativa nel Regno Unito nel secondo trimestre”.

I risultati tuttavia mettono in evidenza la sua difficoltà nei mercati di Hong Kong e una performance incerta negli Usa.

Il titolo Burberry accelera al ribasso e cede -7,5% circa.

Le quotazioni scontano il trend poco rassicurante delle vendite nella regione dell’Asia Pacifico dove, nel primo semestre dell’anno, il trend è stato al ribasso. Tuttavia, “nonostante il contesto esterno denso di sfide”, il colosso della moda ha confermato i propri obiettivi finanziari dell’intero anno, così come il piano per risparmiare sui costi di 20 milioni di sterline circa, nel 2017.