Btp sotto pressione dopo buon risultato della Lega alle elezioni comunali

25 Giugno 2018, di Daniele Chicca

L’incremento dei consensi registrato dalla Lega alle ultime elezioni comunali torna a mettere sotto pressione i titoli del debito pubblico italiani, con i rendimenti a 10 anni che scambiano in rialzo. Il tasso a due anni del Btp sfiora l’1%. Mentre l’indice paneuropeo EuroStoxx 600 scende ai minimi da aprile, i future sui principali indici della Borsa Usa scambiano ai minimi di seduta. Il partito euro scettico ha guadagnato consensi nel secondo turno degli appuntamenti elettorali di alcune municipalità anche importanti.

Il Centrodestra a trazione leghista si è aggiudicato 11 capoluoghi, contro i 5 del centrosinistra, anche in “roccaforti rosse” come Pisa e Siena. Più magro invece il bottino dell’altro partito al governo: il M5S può però crogiolarsi di due vittorie di peso a Imola e Avellino. Sui mercati il decennale cresce di 9 punti base issandosi al 2,80%. Dal momento che il tasso del Bund tedesco analogo è invariato, lo Spread si allarga a quota 246 punti base.