Brusca frenata del Pil dell’eurozona: -3,8% nel primo trimestre, record negativo

30 Aprile 2020, di Mariangela Tessa

Brusca decelerazione della crescita in Eurolandia. Nel primo trimestre il Pil nella zona euro ha segnato un calo del 3,8% e nella Ue del 3,5% rispetto al quarto trimestre 2019 quando era cresciuto rispettivamente di 0,1% e 0,2%.

E’ la prima stima di Eurostat. Si tratta del record storico, indica l’ufficio di statistica Ue.

Rispetto a un anno prima il pil ha subito una flessione del 3,3% nella zona euro e del 2,7% nella Ue dopo rispettivamente 1% e 1,3%.

Si tratta dei cali più forti dal terzo trimestre 2009 (-4,5% per la zona euro, -4,4% per la Ue).