Brexit, ripercussioni per l’economia mondiale sono state sovrastimate

20 Luglio 2016, di Alberto Battaglia

I contraccolpi economici della Brexit, se si escludono quelli per il Regno Unito, sono stati sovrastimati, o almeno ne è convinto Harry Hatheway, capo economista di Gam: economie come quella americana o quella giapponese, infatti, si sono dimostrate capaci di rispondere alle turbolenze degli ultimi anni; inoltre, al momento maggiore solidità è data dai bassi prezzi del petrolio e dalla diminuita dipendenza dal credito. Le maggiori conseguenze della Brexit le si osserveranno nelle scelte della Banca d’Inghilterra, che ha già posticipato la decisione sui tassi ed abbassato i requisiti patrimoniali delle banche, liberando così maggiori risorse per il credito. Secondo Gam la Bce non cambierà rotta in alcun modo a causa dell’esito del referendum britannico.