Brexit, Moody’s ritiene alto il rischio di ulteriori fasi di stallo nei negoziati

15 Dicembre 2017, di Daniele Chicca

Il rischio che i colloqui tra autorità europee e inglesi sulla Brexit incontrino un’altra fase di stallo sono elevati secondo Moody’s. Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker non è l’unico a pensare che dopo il difficile passaggio alla fase due delle trattative, ci saranno altri ostacoli molto duri da superare.

In un report l’agenzia di rating Moody’s Investors Service osserva che “in linea di principio l’accordo sui termini del divorzio del Regno Unito dall’Unione Europea è positivo, in quanto si sono ridotti i rischi di uno scenario negativo, ovvero quello di arrivare al 29 marzo 2019, data di scadenza dei colloqui, senza un’intesa tra le parti”. Detto questo, i futuri negoziati sui nuovi patti commerciali e leggi doganali saranno probabilmente complicati e “c’è una possibilità significativa che si arrivi a ulteriori punti morti prima che venga raggiunto un accordo definitivo” sulla Brexit.