Brexit, la Francia si dice contraria a ulteriori rinvii

22 Ottobre 2019, di Alberto Battaglia

La Francia non vede alcun motivo per prorogare la scadenza del 31 ottobre, quella che vedrebbe uscire il Regno Unito dall’Ue, ha detto martedì il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian:

“In questa fase, riteniamo che non vi siano giustificazioni per una nuova estensione”, ha dichiarato Le Drian al parlamento francese.

Nel frattempo, il premier britannico Boris Johnson è al lavoro in parlamento per far approvare un accordo di recesso che sancisca l’uscita dall’Ue il 31 ottobre. Sabato scorso Johnson, nel rispetto della legge anti no-deal ha chiesto all’Ue una proroga alla scadenza. Quest’ultima richiede consenso unanime da parte degli stati membri dell’Ue.