Brexit: in caso di no-deal ecco l’appello alle banche della BoE

11 Marzo 2019, di Alessandra Caparello

La Banca d’Inghilterra ha esortato alcune banche inglese a triplicare le loro partecipazioni di attività facili da vendere con l’avvicinarsi della scadenza del Brexit, in preparazione di un potenziale ritiro del mercato se non dovesse raggiungersi un accordo.

Lo riporta il Financial Times. Prima della scadenza del 29 marzo, la BoE di Mark Carney ha suggerito che alcuni finanziatori dovrebbero detenere attività liquide a sufficienza per resistere a un grave evento di stress per  100 giorni contro i classici 30 giorni.