Brexit, ex numero uno BoE: “Londra fuori dall’UE? Nessun dramma”

10 Aprile 2017, di Alessandra Caparello

LONDRA (WSI)) – La Gran Bretagna deve essere pronta a uscire dall’Unione anche senza aver raggiunto alcun accordo. A dirlo Mervyn King, ex numero uno della Banca d’Inghilterra dal 2003 al 2013, nel libro “La fine dell’alchimia – il futuro dell’economia globale”.

“Potremo comunque commerciare con il resto dei Paesi dell’Ue sulla base delle regole del Wto. E nei confronti di Usa e Cina saremmo alla pari con l’Ue, visto che non esistono accordi commerciali europei con loro. Se diventa chiaro al resto dell’Europa che siamo pronti ad andarcene anche senza accordi, tutti capiranno che è interesse comune avere almeno un’intesa sul commercio di prodotti industriali“.

Secondo King, se Londra esce senza accordo dall’Ue non ci saranno pesanti ricadute economiche.

“Dovremo fare un po’ più di formalità alla dogana, qualche modulo aggiuntivo. Ma nessun dramma. La Francia non ha alcun accordo doganale o di libero scambio con gli Usa, eppure mi sembra che riescano bene a commerciare. E all’aeroporto adatteremo le macchine per lo scan dei passaporti a leggere anche quelli europei. Fra 50 anni chi guarderà l’andamento del Pil inglese negli ultimi decenni, non sarà in grado di capire dalla curva il momento della Brexit”.