Brexit e maltempo: agricoltori inglesi afflitti, aumenta rischio di suicidi

4 Marzo 2019, di Alessandra Caparello

L’incertezza sulla Brexit e il maltempo stanno affliggendo gli agricoltori inglesi tanto da pensare al suicidio. Secondo l’Unione degli agricoltori nazionali (NFU), come riporta il Guardian, gli agricoltori in difficoltà hanno fatto decine di chiamate alle reti di crisi, preoccupati dall’impatto delle tempeste di neve dell’anno scorso e dalla siccità estiva. In più le paure sulla Brexit

La comunità agricola sta affrontando una tempesta perfetta e sarà necessario un maggiore sostegno emotivo. Senza un accordo sulla Brexit, i produttori ovini non hanno idea se saranno in grado di esportare gli agnelli di questa stagione oltre il 29 marzo. Qualunque sia la strada per la Brexit, gli agricoltori devono affrontare una perdita di 25-30 sterline per gli agnelli di quest’anno. Sarà assolutamente terribile. Abbiamo già telefonate dai contadini che dicono “le cose non vanno molto bene e non sappiamo che direzione prendere”.

Così Adam Day, amministratore delegato di The Farmer Network, con sede a Penrith, ha dichiarato che la Brexit ha creato una “bomba a orologeria” nella comunità agricola.