Brexit: con la vittoria dei Tories salgono banche e utility britanniche

13 Dicembre 2019, di Alessandra Caparello

 “Con la vittoria elettorale dei Conservatori si riduce il rischio che ha pesato sulla sterlina negli ultimi anni e che ha contribuito a rallentare la crescita economica” così Andrew Jackson, Head of Fixed Income, Hermes Investment Management secondo cui la sterlina si è apprezzata ora rispetto a tutte le principali valute, ma il movimento non è fuori misura ed è tornato ai livelli del 2018 rispetto al dollaro.

Uno dei maggiori risultati è stata la performance particolarmente positiva di banche e utility britanniche – queste ultime sono in crescita di oltre il 10% grazie alla notizia che non dovranno affrontare alcuna nazionalizzazione. Questo movimento sui mercati è dovuto a un “Rally di sollievo” in considerazione che la situazione non peggiorerà, piuttosto che ad un forte ottimismo. Tuttavia, insistere su un’uscita ordinata dall’Unione Europea pone ancora un livello di incertezza e potrebbe causare un modesto rallentamento dell’attività commerciale nel corso del prossimo anno. Una hard Brexit potrebbe ridurre la possibile crescita del Regno Unito a un livello inferiore al suo potenziale come membro dell’UE, ma la schiacciante vittoria della maggioranza limita in qualche modo questo rischio”.