Brexit: in caso di no-deal settore legale perderebbe 3,8 miliardi

1 Agosto 2019, di Mariangela Tessa

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha ricevuto un altro avvertimento sui potenziali effetti devastanti di un divorzio con la Ue senza accordo. Questa volta il monito arriva da parte degli avvocati secondo cui l’ipotesi no-deal,  metterebbe a rischio 10.000 posti di lavoro nel settore legale e potrebbe costare al settore circa 3,5 miliardi di sterline ( 3,8 miliardi di euro circa).

La Law Society ha dunque invitato il governo di Johnson a raggiungere un accordo con l’UE che consenta agli avvocati inglesi e gallesi di mantenere il loro diritto alla pratica nell’Ue. Senza alcun accordo che preservi i diritti degli avvocati, le entrate dei servizi legali nel Regno Unito potrebbero crollare di quasi il 10%, ha avvertito l’associazione.