Brembo divide analisti, tra chi dice sell e chi consiglia di comprare

6 Marzo 2017, di Mariangela Tessa

Analisti divisi sul titolo Brembo, dopo che l’azienda lombarda ha comunicato di aver archiviato il 2016 con un fatturato in crescita del 9,9% a 2,279 miliardi, un Ebitda di 443,7 milioni (+23,3%) e un utile netto di 240,6 milioni (+30,8%). A fronte di investimenti netti per 260,7 milioni e di un debito netto di 195,7 milioni, il consiglio ha proposto la distribuzione di un dividendo ordinario di 1 euro per azione.

Per gli analisti di Icpbi, il titolo è da vendere (sell) in quanto il 2017, sulla base della guidance, dovrebbe vedere risultati sostanzialmente piatti, “a causa di una crescita dei ricavi ‘mid single digit‘ accompagnata da un lieve calo della marginalità”. Di diverso avviso sono gli esperti di Equita, che invece consigliano di comprare i titoli (Buy) di Brembo. Equita ha addirittura rivisto al rialzo le stime per il periodo 2017-2019 con un utile netto che dovrebbe crescere in media del 7%. Anche il target è stato ritoccato al rialzo del 18% a 72 euro.

Titolo in lieve rialzo a Piazza Affari con un progresso dello 0,3% a 66 euro.