Bper, interesse da valutare sulle good bank salvate dal governo

15 Gennaio 2016, di Alberto Battaglia

MILANO (WSI) – La Banca popolare dell’Emilia non esclude il proprio interessamento alle good bank nate dal salvataggio di Banca Marche, CafiFerrara, CariChieti e Banca popolare dell’Etruria, anche se “per ora mancano troppi elementi sugli attivi, sulla clientela, sul portafoglio crediti”. E’ questa l’opinione del consigliere delegato di Bper, Alessandro Vandelli, espressa in un’intervista al Sole 24 Ore. La vendita delle good bank, che prenderà il via a giorni, verrà “presa in considerazione” anche se “senza numeri aggiornati e dettagliati sugli asset in vendita è difficile esprimersi”.

Vandelli ha inoltre confermato l’interesse a valutare possibili aggregazioni, dopo che in autunno Bper sarà diventata una Spa, fra i principali target, tramontate le possibilità a Milano, ci sono le due banche del valtellinese: CreVal e Banca popolare di Sondrio.