Borsa Usa, Dow Jones riconquista la vetta “magica” dei 20 mila punti

3 Febbraio 2017, di Daniele Chicca

Forti di rialzi superiori allo 0,5%, i listini della Borsa Usa si issano sui massimi dal 30 gennaio. Il mercato azionario americano preferisce guardare all’aspetto positivo del rapporto occupazionale governativo di gennaio, ossia la creazione di 227 mila posti di lavoro rispetto a dicembre, piuttosto che a quello negativo, la crescita dei salari anemica. Il Dow Jones torna così sopra la soglia magica dei 20 mila punti. Dopo averla superata finalmente pochi giorni fa, in seguito a una serie di tentativi vani, il paniere delle blue chip aveva perso un centinaio di punti questa settimana.

Il membro della Fed Evans ha detto che il rapporto è “molto buono”. Ma gli analisti lo ritengono più a luci e ombre, visto l’incremento delle retribuzioni orarie di appena lo 0,1% a 26 dollari l’ora. I rialzisti sono tornati alla carica sul Dow Jones e più in generale a Wall Street, fiduciosi del fatto che, malgrado la ripresa solida e l’inflazione in crescita, la Federal Reserve non ha abbastanza elementi per imporre una stretta monetaria già a marzo. Di riflesso, si indebolisce invece il dollaro Usa.