Borsa Italiana, da Euronext offerta non vincolante a Lse per l’acquisizione

14 Settembre 2020, di Alberto Battaglia

Euronext ha “presentato un’offerta non vincolante al London Stock Exchange Group per l’acquisizione di Borsa Italiana” in una “partnership” che “comprende CDP Equity e Intesa Sanpaolo”:  è quanto si apprende da un comunicato ufficiale che ha, di fatto, confermato le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi. Euronext, che già controlla, fra le altre, la Borsa di Parigi e di Amsterdam, ha precisato che “l’aggregazione proposta tra Borsa Italiana ed Euronext creerebbe un operatore leader nei mercati dei capitali dell’Europa continentale, in cui l’Italia rappresenterebbe il principale contributore in termini di ricavi del gruppo Euronext post aggregazione”.

La settimana scorsa anche Deutsche Boerse e Six avevano confermato di aver lanciato un’offerta a Lse. Il governo italiano, da parte sua, ha già fatto sapere che monitorerà l’eventuale cessione di Borsa Italiana, dicendosi pronto a esercitare, laddove necessario per tutelare gli interessi del Paese, il golden power.