Borsa, alert di Credit Suisse: Usa alla fine del ciclo economico

10 Febbraio 2017, di Daniele Chicca

Gli analisti di Credit Suisse si dicono preoccupati per una correlazione preoccupante legata al trend dell’indice S&P 500. I prezzi di Borsa sono ritenuti troppo sopravvalutati: il rapporto tra prezzo di Borsa e stime sull’utile delle società quotate sul listino allargato della Borsa americana (P/E) è vicino ai massimi di tutti i tempi toccati durante il crollo dei mercati azionari nel 1929.

In molti tra i clienti di Credit Suisse sono convinti che gli Stati Uniti siano agli inizi di un ciclo economico, fa sapere la banca, e quando investono tendono perciò a sovrappesare i settori ciclici. Ma la tattica rischia di rivelarsi sbagliata. Per la banca, infatti, la mancanza di offerta di posti di lavoro in Usa rispecchia tutta un’altra dinamica e dimostra che il paese è all’ultimo stadio di tale ciclo.