Boeri, vitalizi: “Con il ricalcolo contributivo risparmi di 200 milioni”

31 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Con il ricalcolo contributivo dei vitalizi per le cariche elettive si potrebbero risparmiare circa 200 milioni di euro l’anno. Da sempre critico della politica e dei privilegi di cui fruisce, il presidente dell’Inps Tito Boeri mette a segno un altro affondo. Nel corso di un’intervista a Piazzapulita su La7 il numero uno della previdenza sociale afferma:

“Se ci fosse un ricalcolo contributivo dei vitalizi per cariche elettive, non solo al Parlamento ma anche per i Consigli regionali, andremmo a risparmiare circa 200 milioni di euro all’anno (…) Non credo sia solo un intervento simbolico, alcune prestazioni sociali, pensiamo ai sussidi di disoccupazione per i disoccupati di lunga durata, nel 2015 avevano un bilancio che era intorno ai 200 milioni. Se noi risparmiassimo su quello potremmo finanziare dei programmi sociali importanti”.

E mentre da Montecitorio arriva la precisazione secondo cui “i vitalizi non esistono più dalla scorsa legislatura, gennaio 2012”, Tito Boeri rincara la dose.

“Io credo che la nozione di diritto acquisito sia una nozione che vada ben discussa. Penso – che una persona, sul piano previdenziale, acquisisca il diritto ad una certa prestazione nel momento in cui versa dei contributi che giustificano questa prestazione. In Italia si tocca tutto perché si cambiano le leggi ogni due per tre, si cambia la tassazione, si aumentano le tasse sulle case quando una persona ha risparmiato tutta una vita pensando che non ci fossero, quel diritto acquisito viene calpestato sistematicamente, ma poi quando si parla di pensioni quelli sono diritti acquisiti intoccabili, io trovo che questa sia una definizione sbagliata”.