BHP Billiton: taglio “monstre” dei dividendi, -75%

23 Febbraio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Il gigante minerario australiano BHP Billiton ha avviato un taglio dei dividendi di ben -75%. La riduzione è la prima dal 1988, e si spiega con il bagno di sangue che ha travolto le materie prime in generale e i prezzi del petrolio, del minerale di ferro, del carbone e di altre commodities.

BHP, colosso diversificato nel settore primo al mondo, ha sofferto una perdita di $5,67 miliardi nel primo semestre dell’anno fiscale 2016: si è trattato della sua prima perdita in più di 16 anni. Il dividendo è stato tagliato a 16 centesimi, contro i 31 centesimi previsti dal consensus.

Proprio questo mese l’agenzia di rating Standard & Poor’s ha tagliato il rating su BHP da “A+” ad “A”, avvertendo che la valutazione potrebbe essere rivista ulteriormente al ribasso, nel caso in cui il gigante non adottasse nuove manovre per presentare la propria liquidità, rivedendo anche la propria politica dei dividendi.