Bce: Villeroy de Galhau, meno crescita e più inflazione previste in Europa

11 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Il conflitto Russia-Ucraina, che avrà ripercussioni economiche soprattutto per Mosca, comporterà però in Europa “più inflazione, (…) meno crescita e soprattutto molta più incertezza”, ha detto, in un intervento su BFM Business, François Villeroy de Galhau, governatore della Banque de France e membro del consiglio direttivo della Bce.

Tuttavia, ha proseguito, “in tutti gli scenari, la crescita resta positiva in Europa” e “l’inflazione, dopo il picco del 2022, dovrebbe tornare intorno al 2% entro il 2024”, cioè a livello dell’obiettivo della Bce.

Ieri la Bce ha annunciato l’intenzione di porre fine ai suoi acquisti di titoli nel terzo trimestre, dando una spinta inaspettata al ritiro del suo eccezionale sostegno all’economia di fronte all’impennata dei prezzi nella zona euro, che supera i rischi legati alla vicenda Russia-Ucraina.