Bce: tutto invariato, bazooka monetario possibile anche dopo settembre

14 Dicembre 2017, di Daniele Chicca

Nel mantenere i tassi di interesse invariati al minimo storico dello 0-0,25%, la Bce ha affermato che il programma di quantitative easing durerà fino a fine settembre, ma che potrebbe essere anche esteso oltre quella data. Prima di cambiare le loro posizioni di investimento o prima di fare mosse azzardate, gli investitori vogliono sapere cosa dirà il presidente della Bce Mario Draghi, che dovrebbe presentare un’outlook dell’economia positivo per l’area euro. Il cambio euro dollaro non si è praticamente discostato dall’area nella quale si trovava prima dell’annuncio delle 13.45 ora italiana.

Le autorità della Bce hanno ribadito il dimezzamento a 30 miliardi di euro al mese dell’importo medio di Bond acquistati ogni mese nell’ambito del QE. Per il momento il programma durerà da gennaio fino alla fine dei settembre. I tassi di interesse dovrebbero rimanere su questi livelli minimi assoluti anche dopo che il piano ultra accomodante volgerà al termine. Una volta giunto a scadenza, il debito sarà reinvestito anche nel periodo successivo alla fine del bazooka monetario, “fino a quando sarà necessario”. Le politiche monetarie attuali “contribuiranno così a condizioni di liquidità favorevoli“.