Bce rivede al rialzo le stime di inflazione per la zona euro

11 Marzo 2021, di Redazione Wall Street Italia

Gli economisti della Bce hanno rivisto al rialzo le stime sul trend dell’inflazione per la zona euro. Nel 2021 l’inflazione è attesa in rialzo dell’1,5%, rispetto al +1% delle proiezioni rese note a dicembre. Un dato che segue quello già evidenziato nel corso delle scorse settimane negli Stati Uniti.

L’aumento, ha spiegato la presidente Christine Lagarde nella conferenza stampa successiva all’annuncio della Bce, è legata a fattori di natura transitoria, come l’aumento dei prezzi energetici.

Nel corso del 2022 l’inflazione rallenterà il passo a +1,2% (revisione al rialzo rispetto al +1,1% atteso a dicembre). Per il 2023 si prevede un’inflazione all’1,4%, come previsto in precedenza.

Oggi la Bce ha reso noto che gli acquisti del QE pandemico (pandemic emergency purchase programme, Pepp) andranno avanti almeno fino a marzo 2022 con un ritmo più intenso nei prossimi mesi. La Bce ha lasciato i tassi invariati.