Bce, Praet: da noi interpretazione flessibile del target sull’inflazione

31 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

“Un’interpretazione troppo rigida dell’obiettivo di stabilità dei prezzi potrebbe causare conflitti tra questo target e la stabilità finanziaria”, lo ha detto il capo economista della Bce, Peter Praet, in un discorso tenuto a Pechino nel quale ha precisato che, per tale ragione la Bce “si orienta su un orizzonte flessibile di medio termine” nel perseguimento dei target sul livello dei prezzi, ossia un tasso d’inflazione vicino ma inferiore al 2%. “Nella nostra strategia”, ha detto Praet, “ci sono dispositivi importanti che impediscono un’interpretazione troppo rigida e meccanica della stabilità dei prezzi così da non farla diventare una fonte di instabilità finanziaria”.