Verbali Bce: board spaccato sul bazooka monetario Quantitative Easing

23 Novembre 2017, di Redazione Wall Street Italia

Il consenso è stato tra i rappresentanti del board della Bce nel prolungare di nove mesi la durata del bazooka monetario, ma è mancata l’unanimità. C’è stato inoltre un acceso dibattito sulla decisione di mantenere il programma flessibile. La Bce ha lasciata aperta la porta a un prolungamento ulteriore del programma straordinario in caso di necessità. Dai verbali della riunione di politica monetaria del 26 ottobre, in cui è stato deciso di dimezzare la portata degli acquisti di Bond a 30 miliardi di euro al mese ma anche di prolungare il piano di maxi stimolo monetario fino almeno a settembre 2018.

“Una data di conclusione era vista (da alcuni) come ben giustificata in previsione di ulteriori progressi verso un sostenuto aggiustamento del percorso dell’inflazione – si legge nel resoconto del meeting della banca centrale guidata da Mario Draghi – sulla base di una fase di crescita migliore delle attese, di rischi in diminuzione e della prosecuzione di condizioni di finanziamento favorevoli per l‘economia reale”.