Bankitalia: nuovo record debito pubblico, cresce a 2.252,2 miliardi a luglio

15 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Il debito pubblico italiano continua a inanellare nuovi record. E’ quanto risulta dai dati resi noti da Bankitalia.

Nel comunicato di Bankitalia si legge che la crescita del debito è stata comunque:

“inferiore a quello delle disponibilità liquide del Tesoro (8,5 miliardi, a 101,0 miliardi), riflettendo l’avanzo di cassa (5,4 miliardi); l’effetto complessivo degli scarti e dei premi di emissione, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del tasso di cambio dell’euro hanno aumentato il debito per 0,2 miliardi”.

Il debito delle amministrazioni centrali è salito di 3,5 miliardi, quello delle amministrazioni locali è sceso di 0,2 miliardi.

Nei primi sette mesi del 2016, continua Bankitalia, il debito è aumentato di 80,5 miliardi riflettendo il fabbisogno (19,4 miliardi) e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (65,3 miliardi); complessivamente gli effetti dell’emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del tasso di cambio dell’euro hanno ridotto il debito per 4,1 miliardi.