Bank of England sempre meno accomodante, ma sterlina scende dopo dati costruzioni

4 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Sul valutario la sterlina paga i dati poco entusiasmanti sulle costruzioni nel Regno Unito, che hanno mostrato segnali di raffreddamento a giugno. Questo nonostante le attese di un rialzo del costo del denaro da parte della Bank of England entro fine anno.

Ian McCafferty, membro del Comitato di Politica monetaria della banca centrale, ha detto che i tassi di interesse vanno alzati. All’inizio della settimana la divisa britannica si trovava a mezzo centesimo dai massimi di nove mesi, mentre oggi dopo la diffusione dei dati macro è scesa ai minimi di sei giorni a quota $1,2918.