Banche cooperative: ultimi ritocchi al decreto di riforma

27 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Ultimi ritocchi per il testo del decreto di riforma delle Bcc che sarà oggetto del Consiglio dei ministri giovedì.  Dalle indiscrezioni emerge che la newco spa che sarà la capogruppo delle cooperative bancarie avrà una dotazione di capitale di circa un miliardo e un secondo gruppo sarà formato dalle casse raiffeisen altoatesine.

La riforma non dovrebbe tagliare il numero di Bcc presenti in Italia e il premier Renzi ha smesso di utilizzare il riferimento alla francese Credit Agricole come modello della riforma, che avrebbe finito per cancellare le licenze bancarie delle oltre 360 banche cooperative.