Azionario, Asia contrastata dopo minute Fed. Tokyo frenata da rialzo yen

7 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – La pubblicazione delle minute da parte della Fed, relative all’ultima riunione del Fomc – il suo braccio di politica monetaria – non viene accolta con grande entusiasmo dall’azionario asiatico, nonostante il tono decisamente da “colomba”. Dalle minute è infatti emerso che la Fed non ha alcuna fretta di alzare i tassi: di conseguenza, si smorzano notevolmente le speculazioni su rialzo dei tassi già ad aprile.

La notizia mette sotto pressione il dollaro, con lo yen che continua ad apprezzarsi. Il rapporto dollaro/yen arriva a scendere anche al di sotto di JPY 109, fino a JPY 108,99, contro un livello superiore a JPY 112 della scorsa settimana, zavorrando così i titoli delle società giapponesi esportatrici.

Borsa di Tokyo oscilla nervosamente, con il Nikkei 225 piatto che nel finale riesce a incamerare un lieve rialzo, salendo di appena lo 0,22%. Hong Kong è al momento positiva con +0,14%, mentre Shanghai scende di quasi -1%. Sidney +0,22%, Seoul -0,08%.