Avvelenamento ex spia Skripal, sanzioni Ue contro i responsabili russi

21 Gennaio 2019, di Daniele Chicca

L’Unione Europea ha imposto delle sanzioni su quattro alti ufficiali militari russi, compreso il capo dell’intelligence Gru, agenzia che prima si chiamava KGB, considerati responsabili dell’avvelenamento con un agente nervino dell’ex spia russa Sergey Skripal.

L’Ue ha precisato che i funzionari russi, il capo e vice capo del Gru e due loro agenti, sono responsabili per il “possesso, trasporto e uso” dell’agente nervino utilizzato nell’attacco di Salisbury, avvenuto nel marzo scorso in Gran Bretagna contro Skripal, attribuito dalle autorità di Londra ai servizi segreti russi.

Il Consiglio europeo ha deciso di congelare i loro beni nell’Unione Europea e di vietare loro di viaggiare nell’area Ue.