Auto: Gran Bretagna anticipa al 2030 divieto vendita vetture benzina e diesel

18 Novembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

La Gran Bretagna anticipa di cinque anni, ossia al 2030, il divieto di vendita di nuove auto a benzina e diesel, per raggiungere gli obiettivi climatici. Lo ha detto il primo ministro inglese Boris Johnson nell’editoriale sul Financial Times. Questa rivoluzione verde dovrebbe costare 12 miliardi di sterline (13,4 miliardi di euro) al governo britannico e almeno tre volte al settore privato, con l’obiettivo di creare 250.000 nuovi posti di lavoro altamente qualificati. “Ora è il momento di pianificare una ricostruzione verde con lavori altamente qualificati che darà alle persone la soddisfazione di sapere che stanno aiutando a rendere il loro paese più pulito, più verde e più bello”, scrive Johnson.

Lo scorso febbraio, Boris Johnson si è impegnato a vietare la vendita di nuovi veicoli a benzina e diesel nel 2035. Mentre l’anno scorso la Gran Bretagna è diventata il primo paese del G7 a impegnarsi a ridurre le proprie emissioni nette di carbonio a zero entro il 2050.