Attacchi Parigi, Bce: “Fiducia a rischio”

16 Novembre 2015, di Daniele Chicca

Anche la Bce si unisce alla schiera di analisti preoccupati che la fiducia degli investitori, già compromessa dalla crisi dei mercati emergenti e dalle prospettive di un rialzo dei tassi di interesse in Usa, possa uscire ulteriormente ridimensionata dagli attacchi terroristici a Parigi.

Gli ultimi eventi di geopolitica potrebbero danneggiare la fiducia degli investitori, secondo il vice presidente della Bce Vitor Constancio. “Possono aggravare tutti i problemi che già stiamo affrontando” ha risposto Constancio a una domanda circa le conseguenza dei fatti di venerdì sera.

“I mercati, finora, stanno mantenendo la calma” ha affermato il banchiere vice di Mario Draghi, aggiungendo tuttavia che gli attacchi potrebbero portare a eventi capaci di compromettere la fiducia degli investitori. “I prossimi eventi potrebbero avere un impatto sulla fiducia e potenzialmente sull’avversione al rischio”.