Argentina: per frenare l’inflazione congela il tasso di cambio del peso

17 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Per frenare l’inflazione, arrivata al 54,7% nell’ultimo anno, l’Argentina congela il tasso di cambio del peso.

“L’inflazione a marzo è stata del 4,7%. È troppo alta. Uno dei cambiamenti che abbiamo deciso di introdurre è quello di mantenere i limiti di non intervento (fascia di fluttuazione) del peso al livello attuale fino alla fine dell’anno”.

Così ha dichiarato Guido Sandleris, Presidente della Banca Centrale Argentina, in una conferenza stampa, annunciando che il tasso di cambio fluttuante rimarrà fisso fino alla fine del 2019 a 39,75 pesos per un dollaro nella parte bassa della forchetta e 51,45 pesos per la parte alta.