Antonio Patuelli (ABI): “Sì ad una criptovaluta europea”

18 Settembre 2017, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Sì ad una criptovaluta europea per far ordine nell’universo dell 900 monete virtuali. A dirlo il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli.

“Il punto è come regolamentare un mercato privo di qualsiasi regola o controlli. L’idea di creare criptovalute nazionali, al vaglio di Paesi come la Svezia e il Regno Unito, è un’evoluzione naturale da realizzare al più presto, ma io  proporrei una criptovaluta di Stato europea da affiancare a quella corrente. Una forma regolamentata con controlli anti abusi. Contestualmente bisognerebbe obbligare tutte le altre criptovalute a sottostare a una normativa anti riciclaggio. Nel caso dei bitcoin siamo di fronte a una libera circolazione globale priva di controlli: la più pericolosa speculazione che ci sia mai stata. Ma anche uno strumento comodissimo per le illegalità che si nascondono dietro lo schermo libertario  dell’innovazione tecnologica”.