Alert Fmi, eurozona: patto di stabilità violato in maniera sistema

31 Gennaio 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – I paesi dell’Eurozona violano le regole del Patto di Stabilità in maniera a volte “sistematica”. A scriverlo nero su bianco un report del Fondo monetario internazionale che ha ad oggetto le regole e politiche fiscali dell’area euro mostrando come queste sono costantemente disattese.

“Il rispetto delle regole è peggiorato in maniera particolare durante la crisi: nel 2009 gli obiettivi di medio termine sono stati violati dal 90% dei Paesi, il tetto di debito dal 50%, il limite del deficit dall’85% e l’aggiustamento fiscale richiesto dal 75% (…) la quota di Paesi con un debito superiore al 60% del Pil è salito dal 35% nel 1999 al 75% nel 2015″.

Il ritratto che il Fondo guidato da Christine Lagarde inoltre è poco lusinghiero.

E’ il tipico esempio di Paese con un alto rapporto tra Pil e debito pubblico: è una nazione che ha poco o niente spazio fiscale (…) la principale sfida per l’Italia è la ricomposizione di ‘cuscinetti’ di bilancio al fine di perseguire una politica fiscale ben ancorata in una strategia di medio termine.