Al cinema con i bitcoin, AMC strizza l’occhio ai suoi azionisti-follower di Reddit

10 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

AMC Entertainment, operatore cinematografico che in questo 2021 è finito sotto i riflettori divenendo una delle meme stock più scambiate dai daily trader, ha triplicato le sue entrate nel secondo trimestre rispetto ai primi tre mesi dell’anno e ha annunciato l’arrivo di importanti novità rivolte principalmente ai piccoli azionisti che in questi mesi hanno dato fiato al rally in Borsa del titolo.

AMC ieri sera ha dettagliato le modifiche in arrivo nei suoi cinema, come l’accettazione di bitcoin, una mossa rivolta in particolar modo all’esercito di investitori del forum Reddit che in questi mesi si sono buttati sul titolo AMC comportando rialzi record. AMC inizierà così ad accettare bitcoin nelle sedi statunitensi entro la fine dell’anno. Tutto questo in scia proprio all’entusiasmo della comunità degli investitori per la criptovaluta e in aggiunta AMC sta lavorando all’apertura di nuove sedi grazie proprio al supporto che il titolo ha avuto dagli appassionati di meme stock.

L’amministratore delegato di AMC, Adam Aron, ha sfruttato la earning call per ‘parlare’ a 360 gradi alla sua nuova base di azionisti. Il ceo di AMD ha così risposto a quasi una dozzina di investitori al dettaglio e una da un analista di Wall Street. Le domande andavano dalla fattibilità dei drive-in (“una cattiva idea economica”, ha tagliato corto Aron) al fatto che la società avrebbe mai collaborato con la società di meme-stock GameStop per portare l’intrattenimento di gioco negli auditorium AMC; su quest’ultima opzione il ceo ha aperto a potenziali partnership con Gamestop.

La catena cinematografica lo scorso anno era ormai sull’orlo del fallimento complici le chiusure dovute alla pandemia. Adesso grazie all’esercito di Reddit e al ritorno al cinema in tutto il mondo le prospettive si sono capovolte e AMC può anche permettersi investimenti per crescere.

AMC ha raccolto 1,25 miliardi di dollari di nuovo capitale azionario nel secondo trimestre, portando la liquidità di fine trimestre a più di 2 miliardi di dollari.

Balzo dei ricavi grazie a ritorno al cinema degli americani 

AMC ha riportato ricavi in crescita del 19% a 444,7 milioni di dollari nel trimestre conclusosi il 30 giugno, battendo le attese di consensus. Una forte spinta è arrivata dal ritorno degli spettatori nei cinema dopo un anno di chiusure e restrizioni. Forte spinta da è arrivata da film quali “F9: The Fast Saga” e “Godzilla vs Kong”. L’amministratore delegato di AMC, Adam Aron, ha anticipato che le entrate dei biglietti statunitensi nel terzo trimestre sono sulla buona strada per raggiungere il 45% dello stesso trimestre nel 2019.

“Abbiamo sicuramente una strada da percorrere, ma i progressi sono chiari”, ha detto Aron nella call post-risultati. Il titolo AMC nell’after hour è balzato di oltre il 5%.

La società ha anche annunciato un accordo con la Warner Brothers per una finestra cinematografica esclusiva di 45 giorni prima dell’uscita a casa di tutti i film della Warner Brother nel 2022.