Abi: fermi i prestiti a famiglie e imprese ad agosto

21 Settembre 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Non decollano i prestiti alle famiglie e alle imprese in Italia. Secondo un rapporto dell’Abi, l’associazione delle banche italiane, ad agosto o stock di finanziamenti esistenti scende allo 0,3%, anche se leggermente in miglioramento rispetto allo 0,6% di luglio.

Nel mese di luglio però, come sottolinea l’Abi, i mutui per l’acquisto di casa sono in crescita dell’1,8% rispetto ad un anno prima. Dati che confermano la ripresa del mercato dei mutui. Grazie alla politica accomodante della Bce inoltre i tassi sui prestiti sono ai minimi storici anche se qualche segnale di rimbalzo c’è per quanto riguarda i mutui.

“Il tasso medio sul totale dei prestiti è risultato pari al 2,98%, toccando il nuovo minimo storico (3% il mese precedente; 6,18%, prima della crisi, a fine 2007). Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese si è collocato all’1,65%, nuovo minimo storico, mentre per l’acquisto di casa il tasso medio è risalito al 2,20% dal 2,09% del mese precedente, che era il minimo storico. I due terzi delle nuove erogazioni sono un mutuo a tasso fisso”.