Natale all’insegna dell’Austerity, boom e-commerce

11 Dicembre 2015, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Quello del 2015 sara’ per gli italiani un Natale all’insegna dell’austerity con un tetto massimo di spesa per i regali pari a 200 euro.

Lo rileva un’indagine condotta da Adoc (Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori ), dalla quale emerge che il 40% dei consumatori spenderà tra i 100 e i 200 euro per i regali di Natale, mentre uno su cinque non andrà oltre i 100 euro.

I  numeri snocciolati da Roberto Tascini, presidente dell’associazione dei consumatori, indicano inoltre che solo il 9% dei consumatori avrà una disponibilità economica più ampia, oltre i 400 euro.

Il budget striminzito continua dunque a risentire delle limitate disponibilità economiche. Anche quest’anno la tredicesima – secondo l’Adoc –  sarà impegnata, almeno per la metà, per saldare debiti, bollette e tasse arretrate.

Nella scelta dei regali, gli italiani opteranno per prodotti “Made In Italy” (saranno il 38%) mentre, per quanto riguarda i canali di distribuzione, si nota un nuovo boom dell’e-commerce, dato che circa il 35% dei regali di Natale sarà acquistato online, il 5% in più dello scorso anno.

Si tratta di un segnale evidente della maggiore fiducia risposta dai consumatori del Bel Paese nei confronti del commercio elettronico. Fiducia che appare rafforzata anche grazie alla maggiore sicurezza e garanzia negli acquisti in rete.

Tra i regali, gli italiani si orienteranno verso l’acquisto di prodotti del  settore eno-gastronomico (62% delle preferenze), con forte prevalenza di prodotti Bio o a Km Zero, e dell’artigianato (24%), seguito dall’abbigliamento (14%). Il 22% dei regali, invece, saranno giocattoli o videogiochi, sempre più in crescita nelle preferenze degli italiani.

I regali hi-tech sono scelti dal 12% dei consumatori, così come libri e altri beni culturali (dvd, blu-ray, e-book, ingressi a musei), mentre il 14% delle preferenza va ai regali equo-solidali.

Come sottolineato dall’Adoc,  anche quest’anno, saranno numerosi i regali fai-da-te o riciclati, con una scelta pari al 19%: in particolare capi d’abbigliamento, giochi e prodotti alimentari a lunga conservazione, come liquori e vini, saranno i più riciclati.