Mutuo per tutti: boom di richieste per Fondo garanzia casa

4 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’iniziativa per aiutare anche le famiglie meno abbienti a contrarre un mutuo sta andando a gonfie vele.

Nel primo mese di operatività del Fondo di Garanzia per la casa le prime richiesta sono state pari a 27,7 milioni di euro di nuovi mutui in Italia.

I dati di febbraio, che rappresentanto indubbiamente un successo per l’iniziativa del Tesoro, sono stati resi noti dall’Abi.

Il Fondo è volto alla concessione di garanzie nella misura massima del 50 per cento della quota capitale di mutui ipotecari sotto i 250 mila euro.

L’obiettivo del Fondo è continuare a favorire l’accesso al credito a nuclei in difficoltà, e soprattutto giovani coppie, con una dotazione da 600 milioni di euro che potrebbe garantire finanziamenti potenziali per 12-15 miliardi di euro.

Con l’avvio delle procedure previste dal regolamento di attuazione del Fondo stesso e “grazie alla fattiva collaborazione tra banche e Istituzioni, procede con efficienza” la nuova soluzione a vantaggio delle famiglie che ancora scontano gli effetti della crisi ma aspirano ad acquistare l`abitazione principale.

Il Fondo “rappresenta un’ulteriore spinta allo sviluppo del mercato dei mutui che già registra una fase di grande rilancio, con un’impennata relativa a tutto il 2014 del 32,5% rispetto al 2013 e un ammontare complessivo di circa 25,3 miliardi di euro”.

Un’altra iniziativa che sta riscontrando un forte incremento delle domanda riguarda i mutui di surroga. Come riporta Mutuionline.com il 2015 sta segnando un boom del ricorso alla surrogazione, l’opzione introdotta dalla legge Bersani del 2007 che consente di trasferire in corsa a costo zero il proprio mutuo da una banca a un’altra. Il ricorso a tali procedure è arrivato al 60% delle erogazioni totali.

Secondo un’analisi effettuata dal sito specializzato nei prestiti nel mercato immobiliare, con i mutui di surroga si può arrivare fino a 30-40.000 euro di risparmio medio per famiglia, con un potenziale di 3-4 miliardi di euro ogni centomila mutui sostituiti tramite le surroghe.

(DaC)