Mps a picco in Borsa, per i mercati banca non ce la farà

2 Aprile 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Nuova giornata no per il titolo Monte dei Paschi di Siena, che affonda a Piazza Affari dopo essere stato sospeso per eccesso di ribasso. Le quotazioni della banca senese, attaccata da diversi giudizi provenienti dalle banche d’affari, riprendono le contrattazioni e registrano anche un tonfo -10%. I cali si sono dimezzati grazie all’intervento della Consob, che ha imposto un divieto sulle vendite allo scoperto.

Secondo i dati di Borsa italiana, le quotazioni hanno ceduto -20,36% in sei mesi e viaggiano a un valore inferiore -46,2% su base annua. In un mese hanno perso -11%.

Tra i broker Monte dei Paschi di Siena Exane ha rivisto al ribasso il target sul prezzo del titolo del 44% a 0,1 euro con una valutazione underperform, Kepler l’ha ridotto da 0,22 a 0,13 euro, Deutsche Bank da 0,18 a 0,15 euro.

In partucolare i francesi di Exane ritengono che dopo la maxi perdita di 3,17 miliardi annunciata qualche giorno fa, la banca, al centro del maxi scandalo-derivati, non riuscirà a liberarsi del sostegno dello stato, verso cui è debitrice per per 3,9 miliardi, prima del 2019, e dunque non potrà pagare dividendi fino a quella data.

LEGGI ANCHE

Visco, rischi liquidità. Codacons: Italia segua Svizzera, basta super bonus

Giallo Mps: David Rossi si è ucciso dopo una telefonata

MPS: Mussari come Craxi, accolto da insulti e lancio di monetine.

Per salvare MPS allo studio fusione con BNP Paribas.

Indagini su “MPS leasing”: nuovi sequestri e perquisizioni.

Mps, Grilli: “Non c’è bisogno di un salvataggio”. La Procura: “Situazione esplosiva”.

Scandalo Mps: truffa agli azionisti e tangenti intascate dai manager. Per anni.

Elezioni: effetto MPS sui sondaggi, Grillo in rimonta.

Mps: bancomat della sinistra. Il patto con Santander e JP Morgan.

Mps, Monti: “Il Pd c’entra”. La Banca d’Italia (epoca Draghi) è responsabile?.

Salvataggio stato MPS: Draghi contro Monti.

Senza vergogna, aiuti di stato a MPS salgono a 4,45 miliardi.

MPS salvata in extremis: modifiche ai Monti BonD.

L’agonia di MPS: la banca “spazzatura”.

Vincono sempre le lobby, a MPS aiuti statali cinque volte il valore di mercato.