Moody’s taglia le stime dell’economia mondiale

12 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – L’economia mondiale si avvia verso un periodo di quiete dopo la tempesta degli ultimi anni, ma nel Gruppo dei 20 paesi più potenti le stime di crescita sono state riviste al ribasso dall’agenzia di rating Moody’s.

Nel suo ultimo report sull’outlook delle economie mondiali, l’agenzia americana prevede che fino al 2014 le economie industrializzate faranno fatica. Per quest’anno le aspettative sono per una crescita dell’1,3% per i Paesi del G20, mentre l’anno dopo si attesterà al 2%. Colpa delle difficoltà incontrate da Stati Uniti ed Europa.

I mercati principali tra quelli in via di sviluppo registreranno una crescita del 5% quest’anno e del 5,5% i prossimi due.

Ecco cosa ne pensa a riguardo l’associate managing director Colin Ellis:

“Se da un lato la crescita mondiale dovrebbe con ogni probablità rimanere timida, rispetto alle riprese viste in passato, alcuni dei rischi maggiori per le prospettive econoiche sembrano essere spariti”.

“La ripresa non è garantita, ma ci sono segnali che un cauto ottimismo” incomincia a essere giustificato.