Monti: convinto di aver fatto la cosa giusta, preoccupato per ciò che vedo

10 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Si dice “convinto di aver fatto la cosa giusta e in ogni caso non potevo farne a meno, dopo quel che è successo”. E aggiunge : “Ma sono preoccupato, naturalmente: non per me, ma per quel che vedo”. Così il premier dimissionario Mario Monti, in un’intervista telefonica con Ezio Mauro, direttore di Repubblica, commenta le proprie dimissioni.

“Io non sento più intorno a me una maggioranza che, sia pure con riserve e magari a malincuore, sia capace di sostenere con convinzione la linea politica e di programma su cui avevamo concordato”. Il fattore decisivo, la goccia che ha fatto traboccare il vaso, è stato l’annuncio del segretario del PdL Angelino Alfano, sulla volontà di prendere le distanze dall’operato del governo: “L’ho interpretata veramente come un attestato di sfiducia, anche se non espressa in modo formale. Ma non era necessario: tutto era ormai chiaro”.

“Ho preferito che la decisione e l’annuncio cadessero in un giorno di mercati chiusi – ha continuato Monti- con ventiquattro o trentasei ore di tempo per riassorbire un eventuale colpo nella speranza naturalmente che il colpo non ci sia. Spiegando subito, in ogni caso, che le dimissioni diventeranno effettive solo dopo l’approvazione della legge di stabilità, che spero proprio arriverà come previsto”.