Monti: “Abbiamo perso il sostegno dei poteri forti”

7 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

Palermo – “Il mio governo e io abbiamo sicuramente perso in questi ultimi tempi l’appoggio che gli osservatori ci attribuivano, spesso colpevolizzandoci di questo, dei poteri forti. In questo momento non incontriamo i favori di un grande quotidiano, considerato voce autorevole dei poteri forti e non incontriamo i favori di Confidustria”.

Lo ha detto il Presidente del Consiglio Mario Monti intervenendo in videoconferenza al Congresso delle Fondazioni bancarie in corso a Palermo.

Alcune riforme approvate del Governo hanno “infranto dei tabù rimasti intoccabili fino ad ora in Italia, cito per tutti per la riforma delle pensioni”.

Alcune riforme approvate del Governo hanno “infranto dei tabù rimasti intoccabili fino ad ora in Italia, cito per tutti per la riforma delle pensioni”, aggiunge Monti.

“Oggi l’opinione pubblica appare concentrata a constata, qualche volta denuncia la mancanza dello slancio riformatore del nostro governo. Non posso negare che avremmo potuto fare di più e meglio, ma molte delle riforme sono state messe a punto con incisività, nonostante molte di queste riforme infrangessero molti dei tabù che erano intoccabili, come la riforme della pensioni”.

Poi avverte: “Nell’ultimo anno l’Italia ha attraversato momenti difficili che non sono purtroppo dietro le spalle”.