Monsanto espande la capacità produttiva di mais e colza e aggiunge bruciatori di tutoli per rid

14 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

Rispondendo a una forte domanda globale per la sua semente ad alta resa, Monsanto Co. questo mese ha inaugurato delle aggiunte agli stabilimenti di produzione di mais ibrido e colza in varie località europee. L’aumento delle capacità di lavorazione della semente di Monsanto in Romania, Ungheria e Turchia fa parte dell’investimento decennale da 500 milioni di euro in Europa, che prevederà altri investimenti in Francia, Ucraina e Russia, più che raddoppierà la produzione di sementi dell’azienda e rinforzerà le partnership strategiche con i fornitori in subappalto in tutta Europa. I fatti della settimana scorsa hanno contrassegnato il raggiungimento del punto intermedio dell’attuale espansione. “Il nostro investimento in Europa aumenta in modo significativo la nostra capacità di soddisfare la domanda dei coltivatori locali per le nostre varietà di mais ibrido e di colza di alta qualità”, ha detto José Manuel Madero, responsabile per i raccolti in filare per Europa, Medio Oriente e Africa. Gli stabilimenti da semente di Monsanto recano importanti contributi alle economie locali, non ultimo per i posti di lavoro e le esportazioni. “Il nostro stabilimento da semente a Peyrehorade (Francia) esporta mais e colza da olio in 30 Paesi”, ha detto Madero. “Espandendo la nostra capacità produttiva, aiutiamo i Paesi ad aumentare le esportazioni, cosa che a sua volta aggiunge notevole valore alle economie locali.” L’espansione continua di capacità creerà circa 150 nuovi posti di lavoro a tempo pieno e molte centinaia di lavori stagionali e a contratto in tutta la regione. Monsanto impiega oltre 3000 persone in 70 località in tutta Europa, oltre a varie migliaia di lavoratori stagionali. Le espansioni di stabilimenti di sementi sottolineano anche l’impegno di Monsanto alla conservazione delle risorse naturali. Gli investimenti nelle varie sedi prevedono sistemi di semina e irrigazione, oltre all’attrezzatura per produrre energia con la combustione dei tutoli, un sottoprodotto della produzione delle sementi. L’investimento aiuterà Monsanto a dimezzare le spese di energia e le emissione di anidride carbonica della produzione europea di sementi. In aggiunta agli investimenti Monsanto ha anche pubblicato un nuovo dépliant che descrive i suoi stabilimenti di sementi. La versione inglese è reperibile qui: http://www.monsanto.com/global/uk/newsviews/Documents/where-seeds-come-from.pdf. Le versioni in francese, rumeno, ungherese, ucraino e turco sono reperibili sui relativi siti nazionali della Monsanto. Notizie sulla Monsanto Company La Monsanto Company è un fornitore di spicco globale di soluzioni a base tecnologica e prodotti agricoli che migliorano la produttività agricola e la qualità alimentare. Monsanto ha come obiettivo centrale della propria attività il beneficio sia del piccolo coltivatore che di quelli su grande scala per consentire loro di produrre di più dal loro fondo, allo stesso tempo conservando una maggior parte delle risorse naturali del nostro mondo, come acqua ed energia. Per sapere di più della nostra azienda e dei nostri impegni, visitate: www.monsanto.co.uk. Seguite la nostra azienda su Twitter® all’indirizzo www.twitter.com/MonsantoEurope, sul blog dell’azienda, Beyond the Rows® all’indirizzo www.monsantoblog.com, o abbonatevi al nostro Notiziario flusso RSS. Dichiarazione cautelativa riguardante le informazioni rilasciate a titolo di previsione: Talune dichiarazioni contenute in questo comunicato sono “dichiarazioni di previsione,” quali quelle concernenti i risultati finanziari previsti dell’azienda, il rendimento presente e futuro di un prodotto, le omologazioni, i piani commerciali e finanziari e altri fatti non di cronaca. Queste dichiarazioni si basano sulle aspettative attuali e su dati disponibili al momento. Tuttavia, poiché queste dichiarazioni si basano su fattori che comportano rischi e incertezze, le prestazioni e risultati effettivi dell’azienda possono discostarsi in modo significativo da quelli descritti o implicati da questi enunciati che guardano al futuro. I fattori che potrebbero causare tali differenze o contribuirvi includono, tra l’altro: concorrenza continua nelle sementi, nelle caratteristiche e nei prodotti chimici agricoli; l’esposizione dell’azienda a varie congiunture, tra cui quelle relative alla protezione della proprietà intellettuale, alla conformità alle norme vigenti e alla velocità con cui si ricevono le approvazioni e l’accettazione dei prodotti biotecnologici da parte del pubblico; il successo delle attività di ricerca e di sviluppo dell’azienda; i risultati di azioni legali di grande portata e la preannunciata indagine della SEC; gli sviluppi relativi a divise ed economie straniere; la felice operatività delle recenti acquisizioni; le fluttuazioni nei prezzi di materie prime e semilavorati; l’osservanza di normative con ripercussioni sul nostro ciclo produttivo; la precisione delle stime dell’azienda relative ai livelli delle scorte in distribuzione; la capacità dell’azienda di coprire il fabbisogno finanziario a breve termine e di riscuotere l’importo delle vendite; l’effetto delle condizioni meteo, delle calamità naturali e degli incidenti nel settore agricolo e delle strutture aziendali; altri rischi e fattori descritti in dettaglio nel rapporto del modulo 10-K più recente presentato alla SEC. Si raccomanda di non fare eccessivo affidamento su questi enunciati riferiti al futuro, che rispecchiano le previsioni alla data di questo comunicato stampa. L’azienda non ritiene di dover essere tenuta ad aggiornare tali dichiarazioni di previsione o alcuno dei fattori che possano influire sui risultati effettivi. Nota per i redattori: Monsanto e Vine Design, Roundup Ready 2 Yield e Intacta RR2 PRO sono marchi commerciali della Monsanto Company e sue consociate interamente controllate. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Monsanto CompanyBrandon Mitchener, +32 (2) 776-7656oMark Buckingham, +44 (1954) 717586oYann Fichet, +33 (4) 7214-4019oMihaela Vasile, +40 (21) 305-7140