MODA, LA “SURREALIST SHOE” PREOCCUPA GLI ORTOPEDICI

25 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – New York, 25 set – Un vero e proprio vuoto d’aria di dieci centimetri al posto del tacco. Che invece fa capolino, in orizzontale, sotto la pianta del piede. E’ questa l’ultima provocazione lanciata da Marc Jacobs sulle passerelle newyorkesi: la “surrealist shoe”. Una scarpa, ha osservato la stampa internazionale, “che sembra uscita da un quadro di Salvador Dalì”. Ma che, nonostante l’effetto spettacolare, non è riuscita a sedurre gli addetti ai lavori, ormai avvezzi a questo genere di provocazione. L’ardita creazione dello stilista 44enne – che, oltre a firmare tre linee con il suo nome, da dieci anni è anche l’apprezzato direttore artistico di Louis Vuitton – non è piaciuta neanche a podologi e ortopedici: la scarpa dal tacco rovesciato, che sembra sospesa nel nulla, costringe infatti le coraggiose che la indossano a una postura innaturale e pericolosamente sbilanciata in avanti, sottoponendo i piedi a uno stress intollerabile. Nonostante le controindicazioni, saranno molte le fashion-victims pronte a sacrificarsi per questo nuovo, controverso oggetto del desiderio femminile. Per sfoggiarlo, la prossima estate, basterà sborsare 387 euro per il modello base, 473 per quello più elaborato, decorato con preziosi cristalli Swarovski.