Microchip negli scarponi degli operai per controllarli: l’idea folle dell’AD di Fincantieri

31 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Microchip negli scarponi dei lavoratori Fincantieri. L’idea è di Giuseppe Bono, amministratore delegato del gruppo, che ne ha parlato nell’audizione in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia.

“Noi – ha detto Bono, con un pizzico d’ironia, parlando del rapporto con i sindacati e dell’eccessivo antagonismo in fabbrica – abbiamo già messo le verifiche delle entrate e delle uscite; non solo, fosse per noi metteremmo microchip negli scarponi dei lavoratori per sapere dove sono esattamente, quando lavorano sulle navi, specie quando accadono inconvenienti: sarà una rivoluzione che ci contesteranno, ma ci dovremo arrivare”.
(TMNews)