Metaverso, quali opportunità per il settore finanziario?

12 Aprile 2022, di Valentina Magri

Tutti hanno sentito parlare di Metaverso, ma pochi sanno davvero di cosa si tratta. Secondo una ricerca di Bloomberg Intelligence, il mercato globale del Metaverso potrebbe crescere fino a circa 800 miliardi di dollari entro il 2025. Jp Morgan ha subito fiutato l’affare e lo scorso febbraio ha aperto la sua prima filiale nel centro commerciale Metajuku di Decentraland, il Metaverso basato sulla blockchain.

Ma cos’è il Metaverso? E quali opportunità offre al settore dei servizi finanziari?

Cos’è il Metaverso

Il Metaverso è un concetto che proviene dal mondo della fantascienza e precisamente dal libro cyberpunk “Snow Crush” di Neal Stephenson. Quest’ultimo descrive il Metaverso come uno spazio tridimensionale in cui le persone fisiche possono muoversi, condividere e interagire attraverso avatar. Un concetto poi finito sotto i riflettori a livello mondiale quando Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha cambiato il nome della sua società in Meta, in modo da essere vista come una società del Metaverso, non solo come un social media o un gruppo di app. Janet Foutty (executive chair of the board di Deloitte Usa) e Mike Bechtel (chief futurist di Deloitte Consulting LLP) definiscono il Metaverso come “un internet di nuova generazione, dove il contenuto si è evoluto dal testo, alla grafica, al video e ora alle interazioni digitali immersive. Il Metaverso è una forma di interazione digitale dove le esperienze virtuali connesse simulano quelle del mondo fisico”. Oltre che per la “pubblicità” di Meta, l’interesse per il Metaverso è salito per colpa della pandemia da coronavirus, grazie al maggior tempo passato in casa per i lockdown e all’accelerazione del digitale, scrivono Foutty e Bechtel. Al Metaverso è particolarmente interessata la Generazione Z, ossia i giovani nati tra il 1995 e il 2010.

Le imprese nel Metaverso

Ogni azienda vede il Metaverso in modo diverso. “Che tu sia un’azienda di consumo, un gigante dei social media, un’azienda di giochi o altro, è probabile che tu abbia una visione diversa. Potremo vedere molti Metaversi nei prossimi anni solo per questo motivo”, ha detto Hanish Patel, Digital Transformation leader di Deloitte Consulting nella sesta puntata di User Friendly, il podcast di Deloitte dedicato alle ultime tendenze tecnologiche, dedicata proprio al Metaverso. In generale, quest’ultimo è “immersivo, interattivo, con una community al centro”. Per Mic Locker, Principal di Deloitte Consulting, bisogna distinguere tra “aziende che stanno costruendo metaversi o mondi virtuali per i consumatori e aziende che stanno sfruttando queste tecnologie per applicazioni specifiche per le imprese”. In altri termini, alcune società sono concentrate sulla creazione di un mondo dove i consumatori possano interagire tra loro, mentre altre sono più concentrate sull’interoperabilità tra le diverse piattaforme. Per garantirla, occorre che le aziende si riuniscano in consorzi e si mettano d’accordo sugli standard, in modo che ciò che propongono per una piattaforma, funzioni anche in un’altra.

Le opportunità del Metaverso per i servizi finanziari

Uno studio del centro di ricerca inglese Emergen Research prevede una crescita del ricavi per il Metaverso, trainati dalla rapida adozione di iniziative nel settore da parte di società di intermediazione e banche, dall’emergere delle criptovalute come sistema di pagamento; dalla crescente attenzione di fintech e società finanziarie verso gli ecosistemi finanziari digitali e da un aumento della collaborazioni tra fintech e istituzioni finanziarie tradizionali per espandere o rafforzare la loro presenza nel Metaverso. Quest’ultimo fin d’ora abilita i pagamenti, in quanto gli utenti possono comprare e vendere terreni, immobili e altri beni virtuali attraverso le valute digitali. In futuro, il Metaverso potrebbe diventare una piattaforma digitale importante per le transazioni aziendali e personali, considerato che le società finanziarie stanno integrando il Metaverso ai loro servizi finanziari. Qualche esempio? NH Investment & Securities, una delle più grandi società di intermediazione mobiliare in Corea del Sud, sta pianificando il lancio della sua piattaforma sul Metaverso: NH Universe. La piattaforma creerà uno spazio virtuale esteso dalla sede centrale di NH Investment, dove circa 2.000 clienti potranno interagire e utilizzare vari servizi, come i seminari di analisi degli investimenti. I clienti target della piattaforma sono le generazioni Y (i nati dal 1980 al 1994) e Z (i nati dal 1995 al 2010).

Il Metaverso può anche giocare un ruolo importante nella gestione dei dati finanziari e migliorare i metodi di gestione delle transazioni finanziarie forniti dalle soluzioni fintech. Un’altra interessante applicazione del Metaverso sono la realtà virtuale (VR) e la realtà aumentata (AR), che banche e istituzioni finanziarie stanno iniziando a utilizzare per rafforzare le relazioni con i clienti, fornire coaching o formazione.

La tecnologia blockchain è destinata ad avere varie applicazioni nel Metaverso, e i costanti progressi nei progetti crittografici del settore dovrebbero sostenere la crescita delle entrate di questo segmento. Inoltre, i vantaggi offerti dalla blockchain al Metaverso possono accelerare lo sviluppo di progetti blockchain e criptovalute nel settore.

Il mercato globale del metaverso nella finanza può essere suddiviso in: società di intermediazione, banche d’investimento, istituzioni finanziarie, società fintech, società di gestione patrimoniale digitale, società di consulenza finanziaria e banche commerciali. Il segmento delle banche d’investimento dovrebbe registrare una robusta crescita dei ricavi, dato che adotteranno il Metaverso per migliorare l’esperienza dei clienti (CX), aprire filiali virtuali nel Metaverso, fornire formazione e altre competenze ai loro dipendenti. Per esempio, Bank of America ha annunciato piani per lanciare la formazione tramite VR per i suoi dipendenti in quasi 4.300 centri finanziari in tutta la nazione.

A livello geografico, il nord America dovrebbe conseguire maggiori ricavi grazie alla crescente adozione di AR, VR e piattaforme nel Metaverso, all’incremento dell’accettazione di criptovalute e blockchain e a una maggiore attenzione al miglioramento dell’esperienza del cliente. È atteso un robusto Cagr dei ricavi anche per l’area Asia-Pacifico.

Sfide e nuove prospettive per i mercati finanziari

Sebbene le potenzialità del Metaverso sembrino infinite, Paolo Gianturco, Business Operations & FinTech Team Leader di Deloitte Consulting, invita alla cautela: “Come avviene per criptovalute e NFT, non è saggio approcciare il Metaverso senza essere consapevoli dei suoi limiti e delle sfide che pone alle aziende. Il Metaverso introduce potenziali nuove vulnerabilità informatiche e rischi legati all’identità digitale e alle frodi e solleva incertezze su questioni fiscali, di proprietà e di regolamentazione, oltre che sulle politiche e le pratiche legate alle valute digitali”.

“Quel che è certo,” – prosegue Gianturco – “è che il Metaverso avrà un’importanza sempre maggiore in futuro ed è qui per restare. La percezione che il metaverso sia rilevante solo per i gamer è ormai superata – la sua rilevanza è ora riconosciuta come molto più ampia”. Anche perché, “con la sostenibilità e il cambiamento climatico in cima alle agende, e il Metaverso non limitato da risorse offline, le aziende possono permettere una crescita sostenibile attraverso livelli multipli che il mondo reale fa fatica a soddisfare”.