MERCATI USA: I FUTURE INCREMENTANO LE PERDITE

24 Ottobre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono in territorio negativo.

Il principale fattore che influenza il clima dei mercati di oggi e’ l’outlook poco brillante dato da Microsoft (MSFT – Nasdaq) sugli ordinativi futuri. Il colosso software ieri ha pubblicato i risultati del primo trimestre fiscale 2004, battendo le stime degli analisti, ma ha dichiarato di essersi aggiudicato un numero di contratti dalle grandi aziende inferiore alle attese.

Il focus oggi restera’ concentrato sui titoli tecnologici. Nortel Networks, che ieri ha riportato risultati trimestrali migliori delle attese, ha alimentato il nervosismo sull’hi-tech affermando che dovra’ redarre di nuovo i bilanci societari a partire dal 2000.

Sul fronte macroeconomico, oggi non e’ attesa la pubblicazione di dati.

Sui mercati valutari, dopo una fase di leggero rafforzamento ad inizio mattinata, il dollaro e’ tornato a cedere terreno nei confronti dell’euro (XEU), con il cambio a quota $1,1792. Lieve miglioramento nei confronti dello yen (XJY), con il cambio a 109,43.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 4,00 punti (-0,41%), a 1024,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 13,50 punti (-0,95%) a 1.361,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 43 punti (-0,45%) a 9.520 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,27%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA