MERCATI FINANZIARI: L’ OUTLOOK (23/04/04)

23 Aprile 2004, di Redazione Wall Street Italia

USA: i sussidi alla disoccupazione hanno registrato un incremento superiore rispetto alle attese posizionandosi nell’ultima rilevazione a quota 353.000. Si tratta di un dato che rientra nel periodo di riferimento utilizzato per il prossimo dato sul mercato del lavoro, che sarà pubblicato il prossimo 7 maggio.

Anche il dato sui prezzi alla produzione di marzo è risultato al di sopra delle attese (+0,5% m/m vs. consensus di +0,4%). Il dato al momento non desta però preoccupazione sul fronte prezzi per le seguenti ragioni: 1) la dinamica dei prezzi alla produzione spesso è diversa per tempi e talora anche per andamento rispetto a quelle più rilevante dei prezzi al consumo; 2) Greenspan ha evidenziato come la componente più rilevante da monitorare in chiave prezzi (e quindi anche di politica monetaria) è soprattutto quella relativa al costo del lavoro. Lo stesso Bernanke, membro votante del Fomc, ha dichiarato che è ancora prematuro immaginare una ripresa strutturale del mercato del lavoro. Se a ciò si aggiunge l’assenza di pressioni rilevanti sui prezzi, il risultato è quello di rendere piuttosto incerto il timing dell’eventuale rialzo dei tassi.

Ieri la trimestrale di Microsoft è stata ben accolta dal mercato (+5% circa nell’after hour), grazie ad un miglioramento delle stime di utili attesi nel prossimi anno fiscale che inizierà il primo luglio. Inoltre, l’incremento del fatturato è stato superiore alle attese grazie al buon andamento nel settore dei Pc che però lo stesso Cfo Connors ha dichiarato di attendersi in rallentamento nel prossimo semestre.

Meno positiva invece la trimestrale di Amazon (-1,5% nell’after hour) che ha presentato stime di andamento del fatturato nel prossimo trimestre inferiori alle attese.

Euro: continua a contrarsi la spesa per consumi francese che a marzo è scesa dell’1,4% m/, registrando il secondo calo consecutivo. Il dato ha risentito negativamente della debolezza del mercato del lavoro che sta penalizzando la spesa per consumi da parte delle famiglie. Anche in Italia la fiducia dei consumatori per il mese di aprile ha registrato una nuova flessione passando a 101,7, da 101,9 di marzo. Si è trattato del terzo calo negli ultimi quattro mesi.

Sulla fiducia sta pesando negativamente il rallentamento congiunturale. Lo stesso Trichet, in un’intervista per il Financial Times, ha dichiarato che sebbene i segnali sulla crescita rimangano incoraggianti, sono però meno lusinghieri di qualche mese fa. I rischi inflativi rimangono bilanciati ma la Bce resterà vigile sugli sviluppi futuri senza escludere niente.

Ericsson, leader mondiale della telefonia mobile ha chiuso il primo trimestre con utili superiori alle attese, migliorando anche le sue previsioni per il 2004. In una nota la società ha detto di attendersi una crescita moderata della domanda per tutto l’anno in corso, rispetto ad un andamento piatto stimato precedentemente.

Jap: l’indice dell’industria terziaria relativo al mese di febbraio, malgrado il calo congiunturale più elevato delle attese (-3,9% m/m da +2,3%), su base tendenziale ha registrato un incremento del 3,3% da 3%. Momento positivo per l’azionario di Tokyo con il Nikkei che ha superato i 12 mila punti grazie alle buone prospettive di crescita del paese e sulla scia di Wall Steet.

Questa sera inizia la riunione del G-7 dove i ministri finanziari discuteranno della crescita economica mondiale e dell’andamento del cambio, ma da cui non dovrebbero emergere indicazioni diverse da quelle espresse dalle autorità monetarie nelle ultime settimane.

Commodity: poco variate le quotazioni petrolifere dopo che il report redatto dal Dipartimento dell’Energia ha evidenziato un rialzo delle scorte petrolifere. Sul mercato continuano a pesare le tensioni geopolitiche ed i timori che queste possano ostacolare il corretto rifornimento di greggio. Tra i preziosi scendono le quotazioni aurifere (394 $/oncia).

A cura di A. Cesarano (Responsabile desk Market Research), L. Lorenzoni (Economista), C.Pace (Research Assistant)