Mercati, banche italiane sotto pressione dopo gli stress test

5 Novembre 2018, di Daniele Chicca

Nonostante la performance buona negli ultimi stress test dell’Eba, i titoli delle banche italiane perdono terreno in Borsa con Banco BPM e Intesa Sanpaolo (la banca meglio classificata, che cedono l’1,5% circa in avvio di seduta. La terza banca d’Italia, Banco BPM, ha fallito gli esami ed è dunque facilmente comprensibile, visto anche il contesto di incertezza intorno al braccio di ferro tra governo italiano e Commissione Ue sul bilancio, la reazione degli investitori.

Quanto a Intesa Sanpaolo, la prima banca del paese per capitalizzazione di mercato, non è troppo chiaro perché le azioni siano vendute. Anche la seconda big italiana, UniCredit, arretra malgrado la performance positiva nei test. Non va molto meglio all’altra banca esaminata dall’Eba, UBI Banca, che cede l’1,4% a Piazza Affari.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 5 Novembre 201812:08

Seduta complicata per Piazza Affari in apertura di mese e settimana. Il listino delle blue chip Ftse Mib lascia sul campo lo 0,38% vicino ai minimi di seduta. Continua la risalita del comparto auto, invece, con FCA in rialzo dell’1,81%. Male il settore bancario, nonostante le notizie nel complesso positive giunte dagli stress test di venerdì.

Daniele Chicca 5 Novembre 201816:24

Avvio contrastato per la Borsa americana: l’indice S&P 500 ha guadagna lo 0,2%, il Nasdaq cede lo 0,36% e il Dow Jones avanza dello 0,25%. Lato obbligazionario, i rendimenti scambiano in calo con il decennale che perde 2,3 punti base al minimo di seduta al 3,189%.