MERCATI AZIONARI: I PIU’ REDDITIZI E PIU’ VOLATILI

9 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

In attesa di vedere se l’impennata di venerdi’ scorso sui mercati sia stata la prima fase di un’onda lunga o solo un giorno di euforia, vi presentiamo un’analisi – numerica – di come si sono comportati i mercati negli ultimi 12 mesi.
Una classifica che tiene conto della volatilita’ dei listini – una tendenza molto probabile per il 2000 – e dei guadagni.

La Borsa meno volatile e’ stata quella di New York, con il Dow Jones che non ha guadagnato molto, il 19,5%, ma su 14 listini mondiali e’ stata quella più sicura con un’indice di volatilità pari al 16,8. Mentre il Nasdaq che ha guadagnato, sempre in un anno, il 28,6%, ha avuto una volatilità pari al 28,6.

La borsa di san Paolo, invece, e’ quella che ha guadagnato di più, il 140,5%, ma con una volatilita’ pari a 47,4, insomma la più rischiosa.

Al secondo posto, sia per risultati che per volatilita’, un’altra Piazza Sudamericana, quella di Città del Messico: 93,7% la crescita, 30,6 la volatilita’.

Al quarto posto Hong Kong con un più 43,7% e 28,3 punti di volatilità. Seguita da Francoforte con un progresso del 25,7% e una volatilità del 23.
Sesto posto per Milano con un +6,7% e 22,3 di volatilita’.

Due Borse che nel ’99 sono state più sicure: Parigi con un guadagno del 30,5% -volatilità 20,2- e Tokyo con un +35,8% e volatilità 20,8.