MEF: nei primi cinque mesi scende fabbisogno del settore statale

1 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nei primi cinque mesi del 2010 si è registrato complessivamente un fabbisogno di circa 50.100 milioni, inferiore di circa 6.100 milioni a quello dell’analogo periodo 2009, pari a 56.223 milioni. Lo rende noto il MEF in un comunicato. Il fabbisogno del settore statale del mese di maggio 2010 è risultato pari, in via provvisoria, a circa 8.100 milioni, superiore di circa 400 milioni rispetto a quello registrato nel mese di maggio del 2009, pari a 7.695 milioni. Il fabbisogno del settore statale del mese di maggio 2010 include l’erogazione del prestito di circa 2.900 milioni a favore della Grecia, ai sensi del D.L. 67/2010 relativo alla salvaguardia della stabilità finanziaria dell’area euro. Al netto di tale intervento il fabbisogno del mese ammonta a circa 5.200 milioni, inferiore di circa 2.500 milioni rispetto allo stesso mese del 2009. Conseguentemente, il fabbisogno dei primi cinque mesi risulterebbe inferiore di circa 8.000 milioni rispetto a quello dei primi cinque mesi del 2009. Il miglioramento è da attribuirsi alla riduzione dell’onere per interessi sul debito pubblico, connessa alla dinamica delle emissioni dei titoli di Stato, nonché alle entrate derivanti dalla regolarizzazione delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all’estero, ai sensi dall’art. 1 del D.L. 194/2009 convertito con L. 25/2010, e dal rilascio della concessione per l’attività della raccolta e gestione di lotterie nazionali ai sensi dell’art. 21 del D.L. 78/2009, conv. in L. 102/2009.